La Scuola

LA SCUOLA COME COMUNITÁ EDUCATIVA E PROFESSIONALE
La nostra scuola è una comunità nella quale cooperano docenti, alunni e genitori, ciascuno con il proprio ruolo, al fine di realizzare un progetto educativo e formativo condiviso che formi saldamente ogni studente sul piano cognitivo e culturale, affinchè possa affrontare positivamente l’incertezza e la mutevolezza degli scenari sociali e professionali , presenti e futuri.
Particolare rilievo assume la comunità professionale dei docenti che, valorizzando la libertà, l’iniziativa e la collaborazione di tutti, si impegna a far agire in sinergia le diverse capacità, sensibilità e competenze presenti al proprio interno per diventare una compagnia di persone con un unico desiderio far crescere l’amore alla verità , come il terreno sul quale costruire la libertà e la responsabilità di ciascuno nel suo stare al mondo. Pasolini rivelava “Se qualcuno ti ha educato non può averlo fatto che col suo essere, non con le sue parole”.
Determinante è anche il ruolo del dirigente scolastico per la direzione, il coordinamento e la promozione delle professionali interne e per favorire la collaborazione delle famiglie, degli enti locali e per la valorizzazione delle risorse sociali, culturali ed economiche del territorio.
La definizione e la realizzazione delle strategie educative e didattiche devono tener conto della persona che apprende , della singolarità e complessità di ogni sigolo alunno, delle sue capacità e fragilità, delle sue aspirazioni.
L’alunno è al centro dell’azione educativa in tutti i suoi aspetti : cognitivi, affettivi, relazionali, corporei, etici e religiosi.
I docenti elaborano e realizzano un progetto educativo e didattico non per individui astratti, ma per studenti che vivono qui e ora, con bisogni concreti e desideri, che sollevano precise domande esistenziali , che vanno alla ricerca di orizzonti di significato.
La scuola non ha più il monopolio delle informazioni e dei modi di apprendere;la scuola pone le basi di un percorso formativo che proseguirà in tutta la vita, fornisce le chiavi per apprendere ad apprendere, favorisce l’autonomia di pensiero degli studenti.
Le trasmissioni standardizzate e normative delle conoscenze , che comunicano contenuti invarianti , non sono più adeguate; la scuola attribuisce grande importanza alla relazione educativa e ai metodi didattici capaci di attivare pienamente le potenzialità di ogni bambino.
La scuola promuove negli studenti l’acquisizione di saperi, strumenti , metodi e competenze che siano in grado di fare da bussola negli itinerari personali.
<< Tutte le sottomissioni da schiavo nel mondo non valgono un bello sguardo da uomo libero o piuttosto tutte le sottomissioni da schiavo nel mondo mi ripugnano e io darei tutto per un bello sguardo da uomo libero.>> (da Il Mistero dei Santi Innocenti di Charles Pèguy)

L’ Istituzione Scolastica

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto